Pietra

  • Parco Val Calanca
  • Natura e paesaggio
  • Pietra

Oltre all'acqua e al legno, da secoli la pietra è considerata una risorsa fondamentale per la Val Calanca.

Le cave di Arvigo

Da oltre 100 anni ad Arvigo si estrae e si lavora il pregiato Gneiss Calanca, che viene utilizzato nell’edilizia, per le infrastrutture, nel giardinaggio, per il patrimonio culturale, nonché per la costruzione di tavoli, rivestimenti interni ed esterni. La pietra è conosciuta e viene esportata anche nella Svizzera interna e all’estero. Le cave di Arvigo sono gestite dall’impresa Alfredo Polti SA e sono molto importanti per l’economia regionale. Attualmente sono più di trenta i dipendenti della ditta e la produzione annua è di circa 20'000 m3 di gneiss.

cave Arvigo

La pietra ollare

In passato si lavorava anche la pietra ollare con torni a Cauco. Il territorio presenta ancora tracce di questa antica attività, come ad esempio in zona Marscia d'Aion a 2'300 m di quota nel Comune di Calanca.

I massi cuppellari

Altra peculiarità del Parco Val Calanca è la presenza di massi incisi, che sono una preziosa testimonianza dell’arte rupestre preistorica alpina e rivestono quindi una grande importanza storico-culturale, nonché archeologica. Nella parte più a nord della Val Calanca, su territorio comunale di Mesocco, si possono osservare alcune di queste tracce lasciate dall'uomo nei secoli scorsi. Di grande interesse è il masso cuppellare detto Sass de la Scritüra (segnalato anche come toponimo sulla carta nazionale 1:25'000) con le sue incisioni che datano tra il 1802 e il 1987, nonché lo "sprügh", ovvero un grande macigno sotto il quale trovavano protezione e riposavano i pastori (soprattutto bergamaschi). La transumanza di pecore bergamasche durò fino al 1914 e fu interrotta a causa di una grave pestilenza tra il bestiame. Successivamente i pastori bergamaschi, che avevano stabilito un forte legame con quel territorio, continuarono a svolgere stagionalmente il loro lavoro con le greggi altrui*.

* Da "Pastori - La pastorizia bergamasca e il vocabolario Gaì" di A. Carissoni, in F. Binda "Il Sass de la Scritüra" in Val Calanca, Quaderni grigionitaliani 80 (2011).

sass de la scritüra

  • Partecipa alla realizzazione del parco!

    Partecipa alla realizzazione del parco!

    Gruppi di lavoro, piattaforma di discussione, sportello progetti, eventi informativi, diventare partner, sponsor, amici del parco e altri modi per partecipare alla costruzione del Parco Val Calanca!

    Maggiori informazioni

    Parco Val Calanca
  • L'Associazione

    L'Associazione

    L'Associazione Parco Val Calanca rappresenta l'ente promotore del parco ed è costituita dai Comuni coinvolti nel progetto.

    Maggiori informazioni

    Parco Val Calanca
  • L'amministrazione

    L'amministrazione

    L'amministrazione del parco ha sede ad Arvigo e rappresenta la parte operativa del candidato Parco Val Calanca.

    Maggiori informazioni

    Parco Val Calanca

Scopri il parco

La fauna

La fauna

Le aree protette

Le aree protette

Cave, pietre e massi

Cave, pietre e massi

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle attività del Parco Val Calanca!

Iscrizione

Iscriviti alla Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle attività del Parco Val Calanca!

Utilizzando il sito web www.parcovalcalanca.swiss accetti il nostro uso dei cookie e trattamento dei dati personali, per una migliore esperienza di navigazione.