Insediamenti

  • Parco Val Calanca
  • Cultura e società
  • Insediamenti

Insediamenti d'importanza nazionale

La Val Calanca, oltre ad offrire molto dal punto di vista naturalistico, rivela una grande ricchezza culturale. L'armonia del paesaggio rurale della valle è data dai suoi insediamenti compatti e ben conservati e dalla presenza di numerose stalle e cascine tradizionali. Braggio, Landarenca, Bodio/Cauco, Augio e Rossa sono inseriti nell'inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d'importanza nazionale (ISOS), mentre i villaggi di Arvigo, Buseno, Santa Domenica e Selma nell'inventario degli insediamenti d'importanza regionale. Ad eccezione di Braggio e Landarenca, gli insediamenti sono situati sul fondovalle.
Nel perimetro del candidato Parco Val Calanca sono inoltre presenti 9 beni culturali d'importanza nazionale e 30 d'importanza regionale. Nella frazione di Augio è situata una graziosa ed elegante costruzione signorile, la Casa Spadino edificata nel XVIII secolo.

Landarenca

Architettura tradizionale

Sugli alpi sono presenti delle costruzioni semplici, quasi arcaiche. L'architettura tradizionale calanchina è rappresentata dalla casa semplice con due vani principali affiancati, ovvero la cucina e il soggiorno utilizzato anche come camera. Per le costruzioni abitative e le stalle sono stati utilizzati i materiali tradizionali della Val Calanca, ovvero la pietra e il legno in proporzioni diverse a dipendenza della posizione geografica. Nella Calanca interna il basamento, la cucina e il tetto sono in pietra, mentre il soggiorno in legno. Più a sud, nei Comuni di Buseno, Castaneda e Santa Maria la pietra è il materiale predominante. Il motivo è da ricercare nella presenza di boschi di latifoglie, con in particolare la presenza dominante del castagno, che veniva risparmiato e sfruttato a scopo nutrizionale. La Val Calanca è anche conosciuta per la presenza di edifici particolari, che fungevano da ripostigli o dormitori, nonché per l'essicazione e la trebbiatura dei cereali. Questo tipo di edificio separati era chiamato "torba", o "irà" in Calanca esterna. (Federici-Schenardi 2017).

Chiese e capelle

Il candidato Parco Val Calanca è ricco di cappelle e chiese. La chiesa parrocchiale di Santa Domenica è uno degli edifici religiosi del periodo barocco più importanti dei Grigioni. Di grande interesse sono gli affreschi di Francesco Antonio Giorgioli. Altri gioielli da scoprire sono la Cappella della Madonna Addolorata affacciata sulla Calancasca in zona Salàn, o la Cappella Sant’Antonio de Bolada posta lungo il sentiero che si dirama dalla ViaCalanca e che da Santa Maria porta a Braggio.

st antoni bolada

  • Partecipa alla realizzazione del parco!

    Partecipa alla realizzazione del parco!

    Gruppi di lavoro, piattaforma di discussione, sportello progetti, eventi informativi, diventare partner, sponsor, amici del parco e altri modi per partecipare alla costruzione del Parco Val Calanca!

    Maggiori informazioni

    Parco Val Calanca
  • L'Associazione

    L'Associazione

    L'Associazione Parco Val Calanca rappresenta l'ente promotore del parco ed è costituita dai Comuni coinvolti nel progetto.

    Maggiori informazioni

    Parco Val Calanca
  • L'amministrazione

    L'amministrazione

    L'amministrazione del parco ha sede ad Arvigo e rappresenta la parte operativa del candidato Parco Val Calanca.

    Maggiori informazioni

    Parco Val Calanca

Scopri il parco

La fauna

La fauna

Le aree protette

Le aree protette

Cave, pietre e massi

Cave, pietre e massi

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle attività del Parco Val Calanca!

Iscrizione

Iscriviti alla Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle attività del Parco Val Calanca!

Utilizzando il sito web www.parcovalcalanca.swiss accetti il nostro uso dei cookie e trattamento dei dati personali, per una migliore esperienza di navigazione.